ANANDA, TRA ORIENTE E OCCIDENTE UNA POSSIBILE SINTESI PER COSTRUIRE UN MONDO MIGLIORE

Come sanno bene i nostri lettori, la nostra associazione “Nuovo orientamento culturale” è costantemente in cerca di realtà da cui si possa trarre qualche spunto per costruire un mondo realmente migliore. Lo scopo di queste missioni esplorative è anche quello di mettere in contatto tra loro realtà che, sia pur nella diversità, tendono ad un progresso umano e sociale di cui, a nostro avviso, oggi c’è un estremo bisogno.

Oggi parleremo dell’associazione ANANDA , una delle realtà storiche di questo settore che ormai vanta più di trent’anni di attività solo in Italia.

Dopo aver concordato una visita in un giorno feriale (nei festivi sono sommersi di attività dedicate ad un pubblico esterno con corsi, seminari e molte altre attività di vario genere), ci rechiamo presso la sede italiana della loro rete di comunità nel comune di Nocera Umbra, in via Montecchio, al numero 61.

La nostra delegazione in visita esplorativa.

Appena giunti, veniamo accolti da Deodan, nome assunto, al proprio ingresso nella comunità, dall’incaricato alle pubbliche relazioni (che svolge anche altri compiti).

Gentilissimo ed estremamente disponibile, si offre subito alle nostre varie curiosità sulla loro realtà.

Deodan ci illustra le varie attività di ANANDA; a sinistra Angela Marcantognini parte della nostra delegazione.

Su nostra richiesta ci racconta come, da impiegato di una grande azienda per la gestione dei condomini, compie un percorso che, per gradi, lo porta a trasferirsi in una delle numerose case vicine alla struttura ricettiva di Ananda e a trovare qui anche un nuovo lavoro.

Deodan precisa che guadagnava molto bene con il vecchio lavoro e che stava pure facendo carriera, ma non aveva tempo per sé e si sentiva immerso in una dinamica che profondamente non lo appagava.

Da sinistra: Deodan di ANANDA, Loris Asoli di Comunità Nuovo Mondo ed io di Nuovo orientamento culturale.

Racconta che, appena messo piede ad Ananda, sentì subito di essere toccato da qualcosa di più grande, qualcosa che, fino a quel momento, era mancato nella sua vita.

Deodan continua oggi a coltivare la sua passione come arbitro di calcio che aveva fin da giovanissimo e, a testimonianza della ottima integrazione di Ananda con il territorio, sta anche candidandosi in una lista civica di uno dei comuni limitrofi.

ANANDA immersa nella natura.

In quella che ormai è diventata una tavola rotonda, presento la nostra associazione e gli altri che mi hanno voluto accompagnare, tra cui Loris Asoli che a sua volta illustra la realtà della Comunità Nuovo Mondo, di cui è socio fondatore.

In breve, si realizza un fitto scambio di esperienze tra le nostre tre associazioni, arricchendoci tutti reciprocamente.

Finita questa fase veniamo invitati a pranzo nella loro struttura, che offre un’ottima cucina vegetariana. Un pasto lungo e amichevole dove facciamo la conoscenza praticamente di tutti i dirigenti di Ananda, che ci spiegano bene sia il funzionamento della struttura, che i loro vari ruoli nel contesto: chi si occupa di amministrazione, chi di raccolta fondi, altri ancora delle tre aziende agricole, dei vari corsi di Ananda yoga o delle accademie artistiche qui presenti.

Ci raccontano dell’asilo e della scuola elementare – per il momento situati in altri comuni Umbri – che seguono il loro metodo; veniamo anche presentati ai due direttori spirituali.

ANANDA-Assisi è un centro con funzioni ricettive, spirituali e culturali, intorno a cui si sviluppa una comunità residenziale diffusa nel raggio di alcuni chilometri, con appartamenti e case.

Ci riferiscono che sta partendo una ulteriore attività agricola, con oltre settantacinque ettari aggiuntivi, in cui si realizzerà, finalmente, il tanto atteso eco-villaggio, costruito secondo i migliori dettami della bioedilizia e della sostenibilità.

Visitiamo successivamente una delle tre aziende agricole, gestite dalla loro fondazione, nei cui laboratori di trasformazione ci fanno assaggiare dei biscotti di loro produzione, davvero ottimi.

Attualmente, lavorano ad Ananda circa ottanta persone, di cui sessanta residenti nelle immediate vicinanze.

Le piattaforme per le tende immerse nella natura.

Ananda-Assisi è il terminale europeo di una rete composta da altre sei comunità principali negli Stati Uniti, una in India, più una miriade di altre realtà minori in tutto il mondo.

Ananda-Assisi, costituisce il centro europeo di diffusione degli insegnamenti del loro fondatore Swami Kriyananda, a sua volta discepolo diretto di Paramhansa Yogananda, il celebre autore di Autobiografia di uno yogi .

La nostra delegazione in visita al tempio di ANANDA, sopra il quale, insieme a quella di altri Maestri, campeggia anche l’ immagine di Gesù, che è considerato uno dei loro profeti,

I membri residenti di Ananda si impegnano a portare la spiritualità in ogni aspetto della loro vita: lavoro, famiglia, rapporti interpersonali, educazione dei figli, autoguarigione, arte, musica, creatività, come risolvere i problemi e superare le crisi e molto altro.

Prima di congedarci dai nostri ospiti, abbiamo fatto dono a tutta la comunità, attraverso Deodan, del link da cui scaricare la nostra teoria economica e sociale, a nostro avviso assolutamente complementare all’attività del centro che abbiamo avuto il piacere di visitare.

È stata una piacevolissima esperienza e, quando le condizioni saranno favorevoli, pensiamo di ritornare ad Ananda per uno dei loro seminari di approfondimento.

Ermanno Cavallini

responsabile ass. Nuovo Orientamento culturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *