Ecco i motivi perchè anche io che ho il greenpass lotto perche sia abolito e sento il dovere di dirlo pubblicamente.

Ci sono molti motivi per cui si può essere contrari al greenpass, alcuni di ordine medico (ad esempio gli effetti avversi sul lungo periodo ed altri), altri legati di tipo statistico ( con l’attuale percentuale di vaccinati comunque si raggiunge una ragionevole immunità di gregge); altri ancora di ordine giuridico e perfino costituzionale.

Riconosco a queste motivazioni delle validità che meritano, come minimo, un rinvio per permettere ulteriori approfondimenti e dibattiti. Ma con questo articolo voglio esplorare anche un altro motivo, meno indagato ma, a mio avviso non meno importante.

il vero motivo per cui io personalmente mi oppongo al green pass (pur avendo dovuto vaccinarmi per poter lavorare) è un altro, e vado a spiegarlo pubblicamente perche ritengo che abbia una altissima valenza strategica, non solo per noi, ma soprattutto per il futuro dei nostri figli.

Sappiamo tutti che la tecnologia oggi permette di abbattere le ore di lavoro umano a una piccola frazione del passato per la maggior parte dei beni di consumo; e sappiamo anche che la tecnologia oggi offre stumenti a qualunque tipo di élites sul controllo delle masse che mai erano stati anche solo pensabili nel passato.

Già questi soli due elementi ci suggeriscono quanto per costruire un mondo migliore sia necessario che ogni tipo di élites o figura di responsabilità oggi debba essere messa, paradossalmente anche per suo stesso interesse, sotto il controllo incrociato pubblico.

Più una persona assume potere in qualunque campo più è necessario che il suo operato sia, in tempo reale, sottoposto ad una verifica incrociata, non solo da organi eventualmente preposti (che comunque sono necessari) ma anche da quella parte di comuni cittadini che volessero liberamente interessarsi e controllare che tutto sia fatto nell’interesse della collettività.

Questo meccanismo tra l’altro è quello che la tecnologia già utilizza in molti sistemi che controllano la complessità. A solo titolo di esempio vi propongo i 5 computer dello space shuttle che durante le fasi “critiche” (lancio e atterraggio), lavorano assolutamente in modo parallelo, eseguono cioè gli stessi calcoli: ricevono le stesse informazioni e sono sincronizzati 440 volte al secondo. Per superare gli errori del software, le decisioni sono prese a maggioranza quando c’è discrepanza tra i risultati.

A dire il vero la navetta spaziale è ormai obsoleta ed esistono sistemi di guida molto più sofisticati, per ogni tipo di mezzo; ma tutti basano il loro successo nel prendere decisioni in un contesto di “sistema complesso” (quale è la realtà), sul concetto base secondo cui il sistema che prende decisioni è continuamente controllato e, all’occorrenza, corretto da tantissimi altri sistemi.

Questo è ciò che serve anche in ambiente sociale e di governo per costruire nel continuo divenire, un mondo migliore.

Purtoppo il greenpass va nella direzione diametralmente opposta a questo, ed il motivo è che pone le basi di un sistema per cui i molti potranno essere controllati da poche élites senza nessun reale controllo da parte delle masse.

Questo oltre che immorale, è pericoloso, non solo per le masse, ma anche per le élites stesse che sarebbero facile preda della sindrome Hubris e perfino per l’umanità come specie, che vedrebbe aumentato, a mio avviso, il rischio di estinzione per guerra nucleare o batteriologica, scatenata da poche élites uscite di senno a causa del loro eccessivo potere, senza il correttivo del controllo popolare.

No Green pass supporters during a demonstration in Piazza del Popolo, in Rome, Italy, 27 July 2021. ANSA/GIUSEPPE LAMI

E’ chiaro che in questo contesto, ogni cittadino ha il dovere anche verso gli altri suoi simili di elevare il suo livello di comprensione e consapevolezza della realtà, se non altro perche è parte di un sistema decisionale distribuito che deve garantire decisioni di qualità, continuamente tarate sul mutare degli eventi e dei contesti.

Ma se oggi accettiamo il greenpass, apriamo la strada a una schedatura di massa solo in parte già esistente e creiamo i presupposti reali perche élites , anche molto ristrette, possano con strumenti tecnologici inediti nella storia umana, contollare masse enormi di persone a loro asservite.

Riassumendo la lotta oggi, non è solo contro gli aspetti più immediati ed evidenti e limitanti del greenpass (che pure esistono e sono reali) ma per scongiurare un futuro involuto di dittatura apparentemente morbida e per invece far decollare un reale meccanismo di “intelligenza collettiva” che ha un potenziale di crescita economica e culturale immensamente superiore.

Esorto chi non volesse lottare per se stesso, almeno di lottare per il futuro dei nostri figli.

A completamento, per chi volesse approfondire ulteriormente, vi segnalo al link un piccolo libro pensato espressamente per spiegare in modo semplice dinamiche sociali in realtà complesse, ma cruciali per la costruzione del nostro prossimo futuro.

http://www.nuovorientamentoculturale.it/wp-content/uploads/2017/01/CADVS-shareware-vers-1_41.pdf

Ermanno Cavallini

5 risposte a “Ecco i motivi perchè anche io che ho il greenpass lotto perche sia abolito e sento il dovere di dirlo pubblicamente.”

  1. Nemmeno Dio si è adoperato a togliere la libertà all’essere umano,lo ha lasciato alla libera scelta dando possibilità di decisione con il libero arbitrioAvere il controllo del potere a casa propria credo che soffochi la libertà ,e poi mi viene da pensare chi sono coloro che devono effettuare controlli incrociati,degli esseri umani che abbiano raggiunto la perfezione?costoro sono uguali o peggio dei loro simili?Chi sono costoro che devono applicare leggi di controllo di massa se non dei dittatori avvalendosi di un virus ormai morto e sepolto? Ovviamente questi devono sfuggire ai controlli incrociati,.Il controllo del mondo è utopia pura ciò può avvenire in modo naturale,quando forse per un motivo di cambiamento radicale si riesce a cancellare la parte istintiva dell’essere umano e far sì che i rapporti sociali sono in pieno rispetto e giustizia onnipresente

    1. Agantino forse non mi sono spiegato bene; il controllo oggi, in buona misura, già c’è; ma e di tipo prevalentemente commerciale, ed è di pochi sui molti. Siccome la tecnologia va avanti e mai indietro, i sistemi di controllo prolifereranno sempre più, e costeranno sempre meno. Quello che propongo è un controllo di chiunque (massima trasparenza) e a valore progressivo, sulle cariche non solo elettive, ma di qualunque rilevanza per il bene comune. In sostanza più sei in alto e hai responsabilità (e quindi anche opportunità) più la tua privacy dovrebbe essere limitata e una porzione sempre minore della tua vita. Per intenderci, Nella situazione più scomoda, si troverebbe il presidente del consiglio in quella più comoda il comune cittadino. In definitiva Avere potere deve diventare più una missione altruistica che una opportunità di vantaggio personale. Naturalmente ognuno deciderà o meno con queste nuove regole se vuol diventare un dirigente o meno senza alcun obbligo. Dammi conferma che ha i capito per cortesia Agantino.

  2. Difficile comprendere per chi non ha alcuna nozione di sistemi tecnologici avanzati.
    Ma il senso del discorso è chiaro: esercitare un controllo sui pochi che costituiscono le élites altrimenti siamo destinati a soccombere. L’ America importatrice del sistema economico cinese? L’ America sta sconvolgendo il mondo con le sue mire che sono di un espansionismo più terribile di quelli conosciuti finora

  3. Il mondo non si cambia dalla sera alla mattina e questo l’élite massonica che é al vertice della piramide di controllo delle masse (sul dollaro USA) sà benissimo questo.
    Anche il Papa nel suo diccorso ha detto che siamo già in una
    Terza Guerra Mondiale che però si combatte a pezzi.
    Anche alcuni cardinali ed ecclesiastici hanno più volte messo l’accento, come ha fatto bergoglio che non siamo soli nell’universo e questo vi riguarda da vicino.
    Lo stesso cardinale Loris Capovilla riporta l’incontro di Papa Giovanni XXIII nel 1961 con un essere biondo ed alto (un Ànghelos = messaggero) un Malakim per la Bibbia, un porta ordini degli Elohim (vi ricordo la desinenza El ( Michael, Gabriel, Raffael,
    Uriel, Barachiel, Jehudiel, Salathiel.)
    Nella finzione cinematografica e nelle strisce di fumetti;
    Superman, il cui nome kryptoniano é Kal-El, mentre il suo nome terrestre é Clark Kent, é un personaggio immaginario dei fumetti creato da Jerry Siegel e Joe Shuster nel 1933.
    33 numero esoterico formato dal 3 e dell’11, altri numeri esoterici.
    Guarda caso Joe Shuster era figlio d’immigrati ebrei.
    Gli Ebrei sono coloro a cui é stata destinata la Terra Promessa.
    Il loro simbolo due piramidi rovesciate é presente anche al Louvre di Parigi.
    La “Statua dell Libertà” é stata donata dalla massoneria Franco-Belga alla neonata federazione di Stati, gli Stati Uniti d’America !
    Paese simbolo del capitalismo e della Massoneria, Il Pentagono e Washinton D.C. District of Columbia, ispirato a Cristoforo Clombo affiliato anch’egli alla massoneria.
    1746 – Rivolta del Balilla – Rovina della Repubblica di Genova – Questa celebre rivolta, viene tutt’ora insegnata ai ragazzi delle scuole italiane, come nata spontanea, da un sasso lanciato da un ragazzino genovese a nome Giambattista Perasso. A parte il fatto che costui non é mai esistito, ma inventato e strumentalizzato dalla propaganda sabauda contro gli austriaci, invece abbiamo tuttora la prova evidente che la sommossa fu organizzata da una loggia misteriosa sita in via Balbi al civico 5, sede del collegio dei Gesuiti, ed ora sede dell’Università di Genova […] la rivolta fu preparata all’insaputa del senato della Repubblica, il quale era anzi contrario !

    Citazione da: Un ebreo chiamato Cristoforo Colombo di Vittorio Giunciuglio

    La piramide di controllo é bella ricca di scalini di potere !!!

    Se non capite questo, siamo spacciati !!!!!!

    1. ok, entriamo nel cuore del merito : mettere il greeenpass per poter lavorare è una misura eccessiva che solo in italia è stata proposta. perche è eccessiva? ecco alcuni motivi: 1)perche ormai piu dell’80% delle persone è gia vaccinata e quindi abbiamo superato la soglia di immunità di gregge o comunque abbiamo abbassato enormemente il pericolo sia di ammalarsi sia di infettare altri. 2) perche la comunita scientifica non è concorde sulle posizioni di quei virologi ascoltati dal nostro governo: 3) perche comunque chi ha il greenpass non ha la certezza matematica ne di ammalarsi ne di infettare il prossimo , certo il rischio è attenuato ma la misura di questo non bilancia gli aspetti negativi di una costrizione vaccinale: 4) il vaccino non è testato sui lunghi periodi (infatti fanno firmare delle apposite liberatorie al momento di vaccinarsi) quindi presenta comunque un rischio , potenzialmente anche molto grande per il lungo periodo: 5) molti costituzionalisti pensano che violi la costituzione: 6) non è in linea con le disposizioni date dalla comunità europea di cui ti ricordo, noi facciamo parte. 7) potrebbe costituire il nucleo iniziale di un futuro strumento di controllo delle masse da parte di un governo burattino delle grandi lobby finanziareie e di altro tipo che raccolgono potere . 8 ) ostacola indirettamente un processo di intelligenza collettiva perche rende psicologicamente ricattabili le voci di dissenso. Direi che di sostanza e di merito ce ne è un bel pò………. 😮🤨

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *